La lavorazione di un manga 8 – Il proofreading

Abbiamo tradotto, localizzato, letterato e adattato graficamente il manga e la cover italiana, quindi siamo passati ad aggiornare il file dell’impaginato con le immagini adattate e abbiamo fatto un pdf che abbiamo stampato pagina per pagina per rileggerlo.
Se vi siete stressati fino a qua, arriva il momento più stressante di tutti: la correzione di bozze o proofreading. Un compito che richiede la massima concentrazione e che non tutti possono fare. Soprattutto, il proofreading è il passaggio che salva, letteralmente, la faccia a tutta la redazione, perché è l’ultimo prima della stampa.

78_missing_A
Il proofreader, ma dalla mia esperienza sono quasi sempre donne, o correttore di bozze è la figura cruciale, che può stabilire quanto un manga scorra o no e che può decidere le sorti di alcuni adattamenti poco felici.
Per questa figura è richiesta una preparazione accademica esemplare e non guasta aver fatto dei corsi in merito. Le tecniche dei correttori di bozze per scovare gli errori sono molteplici e addirittura si arriva a leggere le parole nei balloon al contrario. Avete letto bene. Ma ve lo spiegheremo bene al momento in cui intervisteremo un vero correttore di bozze.
Ricordo un giorno in cui su un volume di “Ghost swipper Mikami” sostituii il correttore di bozze che si era ammalato all’improvviso e fu un incubo. Mi dissi: mai più. L’ho dovuto fare altre volte, ahimè.

13498051_10153835909488002_4682773351036626424_o

Un correttore di bozze deve stare concentratissimo, perché la sua rilettura o riletture, dato che ne vengono fatte più d’una, non riguarda solo la grammatica ma anche il senso logico, la scorrevolezza, capire se le pagine di un fumetto sono state erroneamente invertite, e tante altre variabili.
Una volta finite le correzioni, tutto torna in mano al letterista e all’adattatore grafico che sistemano l’albo, l’editor lo rilegge e poi il proofreader lo rilegge un’ennesima volta.
Se è tutto ok, si può creare il pdf finale, che sarà separato da quello della cover, ed arriva il momento di andare in stampa.

Appunto felice: se resta un piccolo refuso in un volume nel mondo dell’editoria porta fortuna. Sappiatelo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: